Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

I villaggi (e le città) più belli da visitare in Dordogna – Périgord

La roque gageac dordogne

Sono originaria di Périgueux e ho avuto l’opportunità di esplorare la Dordogna con la mia famiglia quando ero più giovane. Come sapete, per noi è difficile rimanere fermi, quindi ogni volta che io e Matthieu veniamo a trascorrere qualche giorno nel Périgord, colgo l’occasione per mostrargli una nuova zona. Ora ci piace ancora di più visitare questa bellissima regione con nostra figlia.

Tutto questo per dire che abbiamo camminato molto in Dordogna e che ci sono molti bei villaggi. In questo articolo condivideremo con voi le nostre città e i nostri villaggi preferiti della Dordogna, che abbiamo scelto di classificare in base al colore del Périgord. Perché il Périgord è diviso in diverse zone, ognuna con un colore specifico? Un’altra particolarità di questo dipartimento, che ha due nomi diversi (Dordogna o Périgord)! Vi spieghiamo tutto qui di seguito.

Una breve nota prima di iniziare: ovviamente non abbiamo ancora visitato tutti i villaggi della Dordogna e questa selezione è stata fatta tra quelli che abbiamo visitato. Non esitate a lasciarci un commento alla fine dell’articolo con i vostri villaggi preferiti da condividere con gli altri lettori.

I nostri villaggi più belli nel Périgord Noir

Il Périgord Noir, a sud-est, è famoso per le sue fitte foreste di querce , che conferiscono a questa parte della Dordogna un aspetto molto scuro. Amiamo questa zona per la bellezza dei suoi paesaggi naturali, con scogliere che offrono panorami mozzafiato, attraversati da due magnifici fiumi, la Dordogna e la Vézère. Pensiamo che sia uno dei paesaggi più belli della Francia!

Un’altra caratteristica della zona è il numero di siti preistorici, come le grotte di Lascaux, e di villaggi medievali da visitare, con Sarlat-la-Canéda come epicentro. Ben 9 villaggi sono stati insigniti del marchio “I più bei villaggi di Francia”.

Sarlat-la-Canéda

Cominciamo con il villaggio che vi consigliamo di visitare: Sarlat! Ogni volta che lo visitiamo, ci sembra di essere entrati in una macchina del tempo e di camminare in un quadro vivente del Medioevo. Il centro di Sarlat-La-Canéda è un susseguirsi di strade acciottolate, fiancheggiate da splendidi edifici antichi con tetti in lauze.

Questa città avrà sicuramente un significato per voi, in quanto è la terza città francese che ospita il maggior numero di riprese cinematografiche. La città è anche classificata come Città d’Arte e di Storia, con 66 monumenti tutelati.

Se avete voglia di verde e di freschezza, i Jardins d’Eyrignac sono stati concepiti in modo sottile per farvi sentire più zen che mai. Situato a 20 minuti a nord-est di Sarlat, è un sito da integrare tra Lascaux e Sarlat.

Abbiamo scritto un articolo con tutti i nostri consigli e il nostro itinerario per visitare a piedi Sarlat, la capitale del Périgord Noir.

La Roque-Gageac

Questo villaggio non è finito nella top 3 dei villaggi preferiti di Francia nel 2017 per niente (il famoso programma televisivo presentato da Stéphane BERN)! Questo villaggio, incastrato tra la Dordogna e le scogliere, con le sue case aggrappate ai lati delle scogliere, è incredibilmente bello.

Vi consigliamo di percorrere il piccolo (e unico) sentiero che sale verso il villaggio, per godere del verde lussureggiante e della splendida vista sul villaggio e sul fiume.

Un’altra particolarità di questo villaggio è il suo Forte troglodita, accessibile attraverso una scala vertiginosa sul fianco della scogliera. A nostro avviso, si tratta di una tappa imperdibile, situata in posizione ideale a soli 10 km da Sarlat.

Abbiamo scritto un articolo con tutti i nostri consigli e il nostro itinerario per visitare il Périgord Noir e i dintorni di Sarlat in 3 giorni.

Una buona opzione per esplorare questa zona è quella di noleggiare un Con pochi colpi di pagaia della canoa, vi sentirete subito a casa. Il percorso inizia nel villaggio di La Roque Gageac, poi scende lungo il fiume fino allo Chateau des Millandes. Questa passeggiata vi offrirà splendide viste sui castelli e sui villaggi in cima alle colline.

Domme

Il villaggio di Domme è situato in posizione ideale a 10 minuti da La Roque Gageac e a 12 km a sud di Sarlat. È un villaggio ancora circondato da bastioni, costruito sulle alture di una rupe. Il suo belvedere, affacciato sui meandri della Dordogna, offre una vista mozzafiato sulla valle che non manca mai di stupire. Il momento migliore per andare è quando il tempo è soleggiato, non quando piove come da noi.

Fondata nel XIII secolo, questa bastide fortificata è un gioiello architettonico, con i suoi imponenti bastioni e le porte storiche attraverso le quali si accede alla città in auto.

Ancora una volta, si capisce perché questo villaggio è annoverato tra i borghipiù belli di Francia. Un altro villaggio che merita una visita!

Beynac-et-Cazenac

Questo nome vi farà sicuramente venire in mente che il villaggio di Beynac è famoso per il suo castello, che ha fatto da sfondo al film“Les Visiteurs“. Questo castello medievale è uno dei meglio conservati e più autentici della regione.

Ancora una volta, questo villaggio medievale nel cuore della regione del Périgord Noir è stato premiato con il marchio “I più bei villaggi di Francia” e vanta le case in pietra bianca e i tetti di lauze per cui i villaggi della Périgourdine sono famosi. È situato in posizione ideale a soli dieci chilometri da Sarlat, sulle rive della Dordogna.

Le Bugue

Le Bugue è un comune nel cuore della regione del Périgord Noir, sulle rive del fiume Vézère. È un villaggio affascinante e vivace, con un mercato che si svolge quasi tutto l’anno. Ma non è così per tutti i villaggi della Dordogna.

Più che il villaggio in sé, Le Bugue è una base perfetta per esplorare i siti preistorici, le attrazioni culturali e gli altri villaggi della regione.

È vicino al villaggio di Le Bournat (descritto di seguito), all’acquario del Périgord Noir e alla voragine di Proumeyssac (la più grande grotta artificiale del Périgord), ed è anche ben posizionato per visitare i villaggi elencati del Périgord Noir meridionale.

Pensiamo che sia un’ottima base per una fuga nel Périgord.

La Eyzies de Tayac

A pochi chilometri da Le Bugue, Les Eyzies de Tayac è un villaggio incastonato nelle falesie, una mecca della regione del Périgord e considerato la“piccola capitale mondiale della preistoria“, poiché molti dei ripari nelle falesie circostanti sono serviti come abitazioni per i primi uomini.

Se vi trovate nella zona, vi consigliamo di visitare il museo dalla preistoria che raccoglie i vari oggetti (utensili, gioielli, ossa, vasellame, ecc.) rinvenuti nelle grotte circostanti, tra cui Lascaux I. Il museo è un modo divertente e cronologico per scoprire le origini dell’uomo. È una gita ideale per la famiglia.

Belvès

Belvès, soprannominata“la città dei sette campanili“, è un villaggio di collina (l’ennesimo) con una vista spettacolare sulla valle della Nauze. È certamente per questo motivo che figura nell’elenco dei villaggi più belli di Francia.

Ci piace passeggiare in questo villaggio medievale con la sua chiesa del XV secolo e il suo magnifico mercato coperto, i cui magnifici pilastri risalgono al XV secolo.

Soprattutto si consiglia di visitare le abitazioni dei trogloditi. Queste abitazioni, scavate nelle scogliere, offrono un’affascinante visione della vita nei secoli passati. Non esitate a passare se siete in zona!

Per i più sportivi, è all’inizio di questo villaggio che prende il via la 100 km di Belvès: chi si è iscritto alla prossima edizione?

Saint-Cyprien

Proseguiamo verso il piccolo villaggio medievale di Saint-Cyprien. Situato su una collina che domina la valle della Dordogna, questo è un altro villaggio con viste sublimi. È famosa per la sua abbazia del XII secolo. È una bella sorpresa e merita una visita veloce.

Saint-Léon-sur-Vézère

Situato in posizione ideale vicino alla grotta di Lascaux, Saint-Léon-sur-Vézère è un villaggio tranquillo, annoverato tra i più bei villaggi di Francia.

Anche in questo caso si tratta di un villaggio medievale, con le sue case in pietra, i tetti di paglia e i vicoli fioriti. Il punto forte di Saint Léon è la sua chiesa romanica (risalente al XII secolo), classificata come monumento storico.

Una passeggiata lungo la Vézère è d’obbligo, a nostro avviso, e offre una vista tranquilla sul villaggio e sulla campagna circostante.

Si consiglia inoltre di attraversare il fiume fino al belvedere della Côte de Jor o Mont Jor, a pochi chilometri a nord del villaggio, per una vista panoramica sull’ansa della Vézère e sul villaggio di Saint Léon. Insomma, vale la pena andarci anche solo per il panorama!

Limeuil

Alla confluenza dei fiumi Dordogne e Vézère, Limeuil è (ancora una volta) annoverata tra i villaggi più belli di Francia. Questo borgo medievale, con le sue strade acciottolate e le case in pietra, si affaccia maestosamente sui due fiumi, offrendo viste panoramiche mozzafiato.

Passeggiare per Limeuil è come fare un salto indietro nel tempo, con le sue case antiche, la chiesa del XII secolo e il giardino panoramico. Questo giardino, situato nella parte alta del villaggio, è il luogo ideale per ammirare la confluenza dei due fiumi e rilassarsi in un ambiente tranquillo.

Saint-Amand-de-Coly

Un ultimo villaggio che vi consigliamo di esplorare nel Périgord Noir, si trova anche vicino alla grotta di Lascaux.

Immersa nel verde, Saint-Amand-de-Coly è famosa per la sua abbazia fortificata del XII secolo, una delle più belle della regione, ed è facile capire perché. Questo piccolo villaggio offre un’atmosfera di tranquillità e autenticità, dove il tempo sembra essersi fermato.

La città da non perdere nel Périgord Blanc

Il Périgord Blanc, al centro della Dordogna, deve il suo nome ai suoi terreni calcarei, spesso di colore chiaro. Questa regione, con Périgueux come capoluogo, è caratterizzata da dolci colline, campi aperti e valli.

Périgueux

Come sapete, siamo particolarmente legati alla città di Périgueux, capitale della Dordogna e del Périgord Blanc.

Ha molte sfaccettature interessanti, tra cui il suo centro storico medievale con la magnifica cattedrale di Saint-Front, i suoi resti gallo-romani e il suo fascino naturale con le banchine che costeggiano il fiume Isle.

Vi consigliamo di approfittare dell’incredibile atmosfera che si respira al m arco per provare le specialità del Périgourdine, tra cui il foie gras del Périgourdine e i tartufi del Périgord. Gli appassionati produttori saranno inoltre a disposizione per darvi molte spiegazioni e consigli.

Naturalmente, qui troverete tutte le attrazioni di una città, con una vasta gamma di bar e ristoranti, uno migliore dell’altro, e attività culturali e artistiche.

Périgueux è una città vivace in estate, con molti eventi tra cui Périgueux plage (la sorella minore di Paris plage), Mimosl’arte del mimo si impossessa delle strade di Périgueux e serate gastronomiche estive: ogni mercoledì sera di luglio e agosto, vengono allestite grandi tavolate per degustare prodotti deliziosi in un’atmosfera festosa. Consigliamo vivamente una sosta in questa città.

Abbiamo scritto un articolo in cui vi diamo tutti i nostri consigli e il nostro itinerario per visitare Périgueux come un abitante del posto, visto che se mi seguite è la città in cui sono cresciuta.

I nostri villaggi più belli nel Périgord Vert

Situato a nord della Dordogna, il Périgord Vert prende il nome dalle sue vaste foreste. Quest’area, bagnata da numerosi fiumi, offre un paesaggio verdeggiante.

Brantôme

Passiamo al Périgord Vert per arrivare al piccolo e grazioso comune di Brantome, soprannominato la“Venezia del Périgord“, e presto capirete perché! È un villaggio a circa venti chilometri a nord di Périgueux, circondato dalle acque della Dronne. Questo villaggio unico, con la sua abbazia millenaria, i ponti pittoreschi e le case adagiate sul bordo dell’acqua, è un luogo piacevole per passeggiare.

Ci piace scoprire gli artigiani locali (non perdetevi il soffiatore di vetro) e, naturalmente, mangiare i gustosi piatti del Périgord su una terrazza con vista sul fiume. Il ristorante gourmet Charbonnel è un ottimo indirizzo, il nostro quartier generale per le occasioni speciali!

Naturalmente, l’edificio da non perdere a Brantôme è l’abbazia, con il suo campanile romanico dell’XI secolo, uno dei più antichi di Francia e una tappa obbligata per gli appassionati di storia e architettura.

Saint-Jean-de-Côle

Un secondo villaggio da visitare in questa zona è Saint-Jean-de-Côle, con i suoi tetti di tegole marrone-rossastro e le case di pietra bianca. Annoverato tra i più bei villaggi di Francia (l’ennesimo), è famoso per il suo castello del XII secolo, la sua chiesa romanica e il suo ponte medievale sul fiume Côle.

Si consiglia di fare una passeggiata lungo le stradine fino al fiume per ammirare i suoi ponticelli in pietra.

I nostri villaggi (e città) più belli del Périgord Pourpre

Il Périgord Pourpre, a sud-ovest, deve il suo nome ai vigneti della regione di Bergerac, che producono vini rossi, bianchi e rosati. La zona è costellata di vigneti, bastides e châteaux e offre un paesaggio vario di villaggi pittoreschi e terreni agricoli. Il Périgord Pourpre è famoso anche per i suoi festival enogastronomici.

Vi consigliamo di provare il Monbazillac, un vino bianco pastoso che si sposa perfettamente con il foie gras. Il Pécharmant, un vino rosso, si abbina molto bene a tutti i buoni piatti del Périgord (patate alla Sarlat, anatra confit, ecc.).

Bergerac

Bergerac, situata nel cuore della regione Périgord Pourpre della Dordogna, è una città affascinante, famosa per i suoi vigneti, che producono vini come Monbazillac e Pécharmant. Il nome vi suonerà sicuramente familiare, in quanto la città è nota per la sua associazione con la leggenda di Cyrano de Bergerac, anche se lo scrittore non vi ha mai vissuto…

Il centro storico non è da meno, con le sue strade acciottolate e le case a graticcio che offrono una piacevole cornice per una passeggiata. Delimitata dal fiume Dordogna, Bergerac è ideale per passeggiare lungo le banchine.

Naturalmente qui troverete tutte le attrazioni di una città, con numerosi bar, ristoranti e attività culturali. Vi consigliamo il ristorante Le Bistro d’en Face, per la sua cucina deliziosa e la sua splendida cornice, con la sua terrazza sul fiume che si affaccia sul centro storico di Bergerac e sulla Dordogna.

Anche il mercato di Bergerac è un luogo eccellente per assaggiare le specialità del Périgord.

Monpazier

Per concludere questo elenco, c’è un’altra piccola perla della Dordogna, il villaggio di Monpazier, fondato nel 1284 e considerato uno dei bastides meglio conservati e più tipici della regione. Naturalmente, questo villaggio ha ancora l’etichetta di “Villaggio più bello di Francia”.

Ci siamo innamorati della sua piazza centrale fiancheggiata da portici e delle sue strade dritte e ordinate, un notevole esempio di urbanistica medievale. Nei giorni di mercato, il villaggio si anima con prodotti locali e artigianato.

Villaggi trogloditi in Dordogna

La Dordogna è famosa anche per i suoi villaggi trogloditi. Queste abitazioni scavate nella roccia offrono una visione unica dell’ingegno umano e dell’adattamento all’ambiente naturale. Ecco un elenco dei principali siti che vi consigliamo di visitare:

  • La Roque Saint-Christophe è uno dei siti trogloditi più impressionanti della regione. Questo villaggio fortificato, costruito nella parete rocciosa, ripercorre oltre 55.000 anni di occupazione umana. Una visita a questo sito è un’esperienza indimenticabile, un viaggio nel tempo.
  • I troglos di Belvès, piccole abitazioni scavate nella roccia, offrono un’affascinante visione della vita nei secoli passati.
  • Le grotte di Roc de Gazelle a Les Eyzies, la casa monolitica degli ultimi abitanti di Cazelle, interamente scavata nella roccia e ancora occupata negli anni ’60! Incredibile ma vero.

Il villaggio di Le Bournat o il villaggio del 1900

Il Village du Bournat, a Le Bugue, è la ricostruzione di un villaggio della regione del Périgord all’inizio del XX secolo. È un’esperienza coinvolgente della vita quotidiana di un tempo. Ci piace molto la parte in cui numerose comparse danno vita ai mestieri di un tempo: coltellinaio, vasaio, mugnaio, birraio, ecc. Il villaggio è sempre in fermento.

Questo è il posto giusto per i bambini. Ho trascorso molti giorni lì da bambino e ne ho ancora un bel ricordo. Bambini e adulti possono partecipare ad attività tradizionali come la preparazione del pane o la tosatura delle pecore, offrendo un approccio davvero divertente e interattivo. Per i bambini ci sono anche giochi d’epoca e giostre.

Vi consigliamo di fare questa gita in una giornata di bel tempo, poiché molte delle attività si svolgono all’aperto. Nel complesso, una giornata fantastica per tutta la famiglia.

Mappa dei nostri villaggi più belli della Dordogna

Abbiamo creato una mappa che mostra tutti i villaggi sopra elencati e le principali cose da fare in Dordogna. Si tratta ovviamente di un elenco non esaustivo. Abbiamo anche disegnato le 4 regioni del Périgord per aiutarvi a identificare le zone geografiche. Non esitate a lasciarci 5 stelle qui sotto per incoraggiarci a fare più carte! Come avrete notato, il Périgord Noir è pieno di piccoli e graziosi villaggi.

Dove dormire in Dordogna?

Vi consigliamo di trascorrere qualche giorno a Périgueux e poi qualche giorno nel Périgord Noir, dove Sarlat-la-Canéda o Le Bugue (meno affascinante ma più centrale) sono due villaggi ideali per esplorare questa zona.

Vi consigliamo di prenotare il vostro alloggio in anticipo, poiché gli hotel si riempiono rapidamente durante le vacanze scolastiche e l’alta stagione, dato che Sarlat è una cittadina molto popolare in estate!

Périgueux ◊ Périgueux ◊ Périgueux ◊ Périgueux ◊ Périgueux

I nostri preferiti a Périgueux

Vi consigliamo di soggiornare presso Les Apparts Limogeanne, un indirizzo di charme nel cuore del centro storico di Périgueux (area protetta) in una strada pedonale, a 5 minuti da tutto, dalla cattedrale di Saint-Front, dai ristoranti, dall’ufficio turistico…

L’alloggio è completamente attrezzato e arredato (biancheria da letto e da casa, Nespresso, Netflix, ecc.). Sono stati appena rinnovati con gusto. C’è l’aria condizionata, che è stata molto apprezzata durante i caldi mesi estivi. Semplicemente, è uno dei nostri migliori alloggi!

Sarlat ◊ Sarlat ◊

Nel centro medievale di Sarlat

Vi consigliamo di soggiornare presso l’Hôtel Montaigne, che gode di un’ottima posizione, a solo 1 minuto a piedi dal centro medievale di Sarlat, dove potrete visitare l’intera città a piedi.

Le camere sono spaziose e molto pulite e il materasso era estremamente confortevole. C’è l’aria condizionata, che è stata molto apprezzata durante i caldi mesi estivi. Parcheggio gratuito fuori stagione. In breve, un ottimo rapporto qualità-prezzo!

Speriamo che questo elenco vi dia qualche idea per le vostre prossime escursioni in Dordogna – Périgord.

Ci è piaciuto molto scrivere questo articolo su una regione che conosciamo (quasi) a memoria. Ringraziamo le nostre famiglie e i nostri amici che ci hanno dato preziosi consigli, e aggiorniamo regolarmente questo articolo poiché visitiamo la Dordogna più volte all’anno. L’elenco dei villaggi si allungherà nel corso degli anni!

Come accennato all’inizio di questo articolo, non abbiamo visitato tutte le città e i villaggi della Dordogna. Se avete altri suggerimenti da darci, non esitate a lasciare un commento qui sotto. Li aggiungeremo alla nostra lista di villaggi da visitare in Dordogna.

Non esitate a darci 5 stelle o a farci domande qui o sul nostro Instagram: saremo lieti di rispondervi!

Donnez une note à cet article :
0 avis (0/5)
Partagez notre article
Facebook
Twitter
Pinterest
WhatsApp
Floriane
Floriane
Je m'appelle Floriane, aventurière et passionnée de voyages depuis mon plus jeune âge. J'aime plus que tout partager nos récits et astuces de voyage avec vous. Nous aimons les escapades courtes ainsi que les voyages longs. Ce blog est né après notre Tour du Monde en sac à dos. Nous avons également réalisé un tour d'Europe en famille.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.