Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

Visitare Valencia (Spagna) a piedi, cosa fare e vedere in 1 o 2 giorni? + mappa

Abbiamo scoperto Valencia, in Spagna, durante il nostro viaggio in camper, semplicemente perché la città era nel nostro itinerario. Ci siamo completamente innamorati di questa città, anche se non avevamo particolari aspettative. Io (Floriane) ci sono tornata una seconda volta per un viaggio in città con alcune amiche per esplorare meglio questa incredibile città.

È la terza città più grande della Spagna, dopo Madrid e Barcellona, che la mettono un po’ in ombra. Eppure è una città da visitare assolutamente. Situato a pochi chilometri dal Mar Mediterraneo, è una destinazione ideale per prolungare l’estate.

Siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalla bellezza degli edifici, dall’atmosfera piacevole, dai bellissimi parchi e giardini e dal numero di musei ecose da fare a Valencia. È come essere sempre in vacanza!

Ecco i nostri 10 luoghi da non perdere (non perdetevi il 6° punto) e il nostro itinerario per visitare Valencia a piedi in 1 o 2 giorni . Abbiamo anche raggruppato tutti i nostri buoni indirizzi sulla nostra mappa.

Cosa fare a Valencia: i nostri 10 luoghi da non perdere

  1. Il parco che vi farà venir voglia di vivere a Valencia
  2. Alzare la testa nella Cattedrale di Sainte-Marie
  3. Esplorare il centro storico a piedi
  4. Oceanografic: l’acquario da non perdere
  5. El Carmen: l’arte di strada in un quartiere vivace
  6. Esplorate la costa a bordo di un catamarano
  7. Un pomeriggio di relax in spiaggia
  8. I musei della Città delle arti e delle scienze
  9. Scoprite la gastronomia locale ai “Mercados”. ◊
  10. Godersi il tramonto

Siamo rimasti stupiti dall’enorme quantità di cose da fare e da vedere a Valencia, quindi dopo le nostre due visite alla città e le nostre numerose scoperte, ecco i nostri 10 luoghi da non perdere (secondo noi)! 

1. Il parco del Turia che vi farà venire voglia di vivere a Valencia.

Amiamo le città verdi con grandi spazi verdi e ci siamo innamorati di Valencia quando abbiamo scoperto questo enorme parco urbano, il più grande d’Europa.

Se ci organizzeremo, sarà sicuramente a Valencia. Se arrivate in aereo, potrete vedere questo immenso corridoio verde dal cielo.

Questo enorme parco che attraversa la città è stato costruito sull’antico letto del fiume Turia. Il fiume è stato deviato in seguito alle frequenti inondazioni della città e poi trasformato in un parco, ma che bella idea!

Questo parco è un luogo di ritrovo per gli sportivi valenciani, per le famiglie per i picnic o i compleanni, per gli escursionisti, per i ballerini… In breve, è un fine settimana vivace e il posto giusto!

Si consiglia di partire dalla stazione della metropolitanaAlameda e di raggiungere a piedi la spiaggia di Arenas (circa 7 km) o di utilizzare le piste ciclabili del parco.

Passerete attraverso foreste di alberi e palme, sotto antichi ponti di pietra e, naturalmente, non perdetevi l’impressionante Cité des Sciences! In breve, una tappa obbligata del vostro soggiorno.

Esplorare il parco in bicicletta

➡️Pour per esplorare la città e il Parco del Turia in bicicletta (classica o elettrica), ti consigliamo di prenotare i biglietti per questa escursione di 3 ore. Non dovete far altro che lasciarvi guidare e ascoltare gli aneddoti della vostra guida, e Valencia non avrà più segreti per voi!

➡️ Noleggio bici a giornata, consigliamo Lowcostbikerental (€8/giorno) 2 filiali in pieno centro città, noleggio molto semplice, ricordati di fissare bene le bici perché ci sono molti furti come in tutte le grandi città, non fissare solo la ruota 😉

In breve, non vi pentirete di questo viaggio in bicicletta!

2. Visitare la cattedrale di Sainte-Marie

Situato nel cuore del quartiere storico (casco antiguo), non potrete perdervi l’impressionante Cattedrale di Sainte-Marie tra il piazza della Regina e il piazza della VergineGli interni in stile gotico, con alcuni elementi romanici e barocchi, sono interessanti da vedere, ma il prezzo ci sembra un po’ alto. (prezzo 8 euro, audioguida inclusa)

Il nostro consiglio: venite prima delle 9.30 – la cattedrale è gratuita! Vi consigliamo quindi di puntare la sveglia o di avere un bambino che se ne occuperà molto bene 🙂

Una tappa obbligata è la salita sul Micalet, il campanile della cattedrale.

Questa torre, alta 63 metri, conduce a una passerella da cui si può vedere tutta Valencia dopo aver salito una scala a chiocciola molto stretta di 207 gradini (prezzo 2 euro).

Si tratta di una salita atletica, ma una volta in cima ci si può rilassare e godere di una vista a 360° su tutta la città. Questo è sicuramente uno dei punti panoramici più belli di Valencia.

Il nostro consiglio: salite fino a metà strada per sentire e vedere il suono della campana in cima!

3. Esplorare il centro storico a piedi.

Il centro storico di Valencia (Quartier Antiguo) è una tappa obbligata, e vi consigliamo di passeggiare a piedi per le antiche vie per ammirare le numerose facciate gotiche, i tetti a cupola blu, gli imponenti edifici e le incantevoli piazzette.

Edifici da non perdere (vedi la nostra mappa e l’itinerario qui sotto):

  • Plaça de la Virgen, sede dell’imponente Cattedrale di Santa Maria
  • Lonja de Seda (Loggia della Seta), un edificio Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco risalente alla fine del XV secolo e utilizzato per il commercio della seta. Si consiglia vivamente di visitare l ‘interno, uno degli edifici più belli di Valencia, composto da 3 sale separate, tra cui una magnifica sala con colonne tortili e un patio di aranci. (ingresso gratuito + 2,5 € di audioguida)
  • Palazzo Marqués De Los Dos Aguas: da non perdere il suo esterno in stile rococò.
  • Stazione centrale, architettura dell’inizio del XX secolo, ha un po’ lo stile di Disney Land (secondo noi).
  • L’Arena, un altro edificio imponente situato proprio accanto alla stazione
  • La Estrecha 107, LA casa più stretta del mondo, larghezza della facciata 107 cm (edificio rosa)
Tour a piedi gratuito e le migliori attività per visitare Valencia

➡️ Se ci segui dal nostro tour mondiale, saprai che siamo grandi fan dei tour a piedi gratuiti. Ne avremo già fatti una trentina e non siamo mai rimasti delusi.

Ma che cos’è? Con la vostra guida e il vostro gruppo, esplorerete la città e ne conoscerete la storia, l’architettura e glianeddoti

La cosa che ci piace di più è che la guida è di solito un vero locale e vi darà i suoi migliori indirizzi, ristoranti, bar… E alla fine si dà l’importo che si desidera. Ricordate di prenotare gratuitamente i vostri posti scegliendo il giorno e l’ora in Plaza de la Virgen.

➡️ In autobus: poiché Valencia è una città enorme, se preferisci puoi scegliere di visitare la città con un autobus hop-on, hop-off.

Il sistema è semplice: potete scendere per visitare un monumento che vi interessa e poi salire sull’autobus successivo per continuare la vostra visita. L’autobus vi condurrà nei 17 siti principali da visitare a Valencia. Per prenotare i biglietti, cliccare qui.

È possibile prenotare i biglietti selezionando il giorno della visita (audioguida francese inclusa).

➡️ In bicicletta: un’ultima e altrettanto piacevole opzione è quella di visitare la città in bicicletta (classica o elettrica). Questo tour di 3 ore comprende il centro della città e le città scientifiche. Vi consigliamo di prenotare i biglietti in anticipo.

 

4. Oceanografic: l’acquario da non perdere.

Una delle principali attrazioni di Valencia (per grandi e piccini), questo immenso acquario, il più grande d’Europa, ospita numerosi animali acquatici (squali, tartarughe, beluga, razze, ecc.) suddivisi per tipo di acqua (oceani, acque tropicali, mare, ecc.).

Di solito non siamo grandi fan degli acquari e degli zoo, ma qui gli spazi sono così ampi che ci siamo divertiti a osservare gli animali mentre facevano i loro bisogni.

È un’attività ideale per la famiglia, soprattutto quando piove a Valencia!

È un luogo molto grande, con 7 aree, quindi prevedete circa 3-4 ore per fare il giro delle piscine e assistere allo spettacolo dei delfini. Abbiamo scritto un articolo completo sulla nostra visita all’Oceanografic.

Si consiglia di prenotare i biglietti online per evitare code alla biglietteria(33,70 euro a persona – 25 euro per i bambini dai 4 ai 12 anni).

Come arrivare: l’acquario si trova accanto alla Cité des Arts et des Sciences:

  • in auto: un grande parcheggio si trova appena fuori 2,30€/ora
  • in metro: linea 10, fermata Oceanogràfic
  • in bicicletta: a circa 5 km dal centro di Valence

5. El Carmen: arte di strada in un quartiere vivace.

Per gli appassionati di street art (graffiti sui muri), il quartiere El Carmen è il posto giusto!

Situato nel nord di Valencia, tra il centro storico e il Parco del Turia, questo quartiere vanta un numero impressionante di affreschi, uno più diverso dell’altro. Ce n’è per tutti i gusti (geometrici, in bianco e nero, colorati…), quindi troverete sicuramente quello che cercate.

È un quartiere vivace e animato, dove la gente del posto viene a bere o a mangiare tapas (ovviamente) sulla terrazza la sera e nei fine settimana.

Questo quartiere è delimitato dalle 2 torri di Serranos, che facevano parte dell’antica cinta muraria che circondava la città.

6. Catamarano a vela per esplorare la costa.

Un’ottima idea per un’attività è quella di imbarcarsi su un catamarano dal porto di Valencia per navigare lungo la costa, prendere il sole sulla rete sospesa della barca e nuotare lontano dalla folla.

In breve, un momento che vi farà dimenticare tutto senza spendere una fortuna!

➡️Réservez biglietti per unaperitivo al tramonto in catamarano (22 € a persona per 1 ora di navigazione).

➡️Réservez i biglietti per una crociera di un giorno in catamarano con diverse soste per fare il bagno (20 € a persona per 1 ora di navigazione).

7. Pomeriggio pigro in spiaggia

Naturalmente, non si può perdere l’immensa spiaggia di Cabanyal, a soli 4 km dal centro della città.

Si può oziare in spiaggia quasi tutto l’anno (la temperatura dell’acqua è di 23 gradi in ottobre, per esempio), passeggiare lungo il viale di palme che costeggia la spiaggia o mangiare un’ottima paella con vista sul mare al ristorante El Trompo. Non sarà una scelta facile!

Come raggiungere la spiaggia dal centro:

  • A piedi, dopo aver visitato il colorato quartiere dei pescatori noto come Cabanal, o la Cité des Sciences.
  • In bicicletta dal centro attraverso i Giardini del Turia (circa 7 km)
  • Prendi la linea 5 della metropolitana fino al capolinea Maritim Serreria, poi cammina fino alla spiaggia attraverso il quartiere Cabanal.

8. I musei della Città delle Arti e delle Scienze.

Opera dell’architetto valenciano Santiago Calatrava, il sito (da non perdere) è composto da diversi edifici dal sorprendente design futuristico, divenuti simbolo della città di Valencia.

Inoltre, le grandi piscine tutt’intorno, con l’architettura che vi si riflette, sono una bellezza!

Per aiutarvi a orientarvi, ecco le diverse aree e una mappa:

  • Oceanogràfic: l’acquario più grande d’Europa (maggiori informazioni nella sezione 4), assolutamente da vedere, ma ricordatevi di prenotare i biglietti in anticipo.
  • Museo delle Scienze Prince Philipe: si tratta di un museo moderno e interattivo con tanti schermi e attività da provare per una volta. Il divertimento è assicurato con gli amici, in coppia o in famiglia.
  • Hemisfèric: un cinema 3D a forma di sfera. È possibile prenotare i biglietti selezionando la data e l’ora per vedere un film sotto la cupola.
  • Palais des Arts: sede di opere, concerti e spettacoli.
  • Umbracle: un enorme e lungo giardino di palme e altre piante tipiche della regione.
  • L’Assut d’Or: un ponte ipermoderno

Il nostro consiglio : ovviamente non riuscirete a visitare tutti i musei in un solo fine settimana, ma vi consigliamo di uscire almeno per percorrere in bicicletta o a piedi questa immensa area e attraversare l’Umbracle. Se avete un solo museo da visitare, scegliete l’Oceanografic. Abbiamo raccolto un articolo completo per la vostra visita alla Città delle Arti e delle Scienze di Valence.

Come raggiungere la Cité des arts et des sciences :

  • in metropolitana: linea 10 fermata Cité des Arts et des Sciences (Ciutat Arts i Ciences-Justicia)
  • in bicicletta: a circa 5 km dal centro di Valence

È ovviamente “il posto dove andare” se piove a Valencia e la migliore attività da fare con tutta la famiglia.

9. Scoprite la gastronomia locale presso i “Mercados” ◊

Il mercato più noto è il Mercado Central, situato in pieno centro città (un mercato di prodotti freschi), il più grande centro di prodotti freschi d’Europa, con 400 piccoli commercianti. Potrete assaggiare una delle tante specialità valenciane.

Vi consigliamo anche il Mercado de Colon, un po’ meno turistico, dove potrete sedervi in uno dei tanti caffè o ristoranti e godervi l’atmosfera.

Siamo rimasti sorpresi dal numero di specialità culinarie, tra cui la paella, l’Agua de Valencia (una zuppa di champagne preparata con spumante, vodka, gin e succo d’arancia) e l’Horchata de Chufa , una bevanda a base di noci tigre. Si tratta di un tubero che assomiglia a una mandorla rotonda e accartocciata con una buccia più spessa. La Spagna è l’unico produttore europeo e il primo produttore mondiale.

Matthieu ha trovato il sapore interessante, ma io non sono riuscita a finire il mio bicchiere! Diteci nei commenti cosa ne pensate di questa bevanda! Team Horchata o no, siamo curiosi 😉

10. Godersi il tramonto sulla spiaggia.

Avete diverse opzioni per godervi il tramonto a Valencia:

  • È sempre una buona idea andare in spiaggia, anche se le spiagge di Valenciennes sono rivolte verso est, in modo da poter godere della splendida luce durante le famose “ore d’oro”.
  • Puoi anche recarti al parco naturale dell’Albufera per ammirare il tramonto sul lago (15 minuti in auto e 45 minuti con la linea 24 dell’autobus).

Il nostro itinerario a piedi per visitare Valencia in 2 giorni [carte]

Giorno 1 Centro storico e quartiere El Carmen

Partite da Plaça de la Reina (A), dove si trova la Cattedrale di Santa Maria (B) (se arrivate prima delle 9.30, l’ingresso è gratuito), quindi salite i 207 gradini del Micalet (C) per una vista a 360 gradi di Valencia.

Poi recati al Silk Lodge (D) (ingresso gratuito), prima di fare una pausa pranzo per esplorare il Marché Central de Valence (E ) per pranzare proprio lì vicino. Esplorate poi il quartiere El Carmen, ammirando i vari graffiti fino alle torri Sarranos (F).

Potrai poi goderti un aperitivo al tramonto, a fine giornata, su un catamarano (22€ a persona per 1h30 di navigazione, con ritrovo al porto di Valencia).

D2 Turia e Città delle Scienze

Esplorate il giardino di Tùria (A) (a piedi dalla stazione Alameda o in bicicletta) e dirigetevi verso il mare. Una volta arrivati alla Cité des Arts et des Sciences (B): potete passeggiare tra le diverse aree, poi visitare l’Oceanogràfic (C) (l’acquario più grande d’Europa) o continuare la vostra fuga sul lungomare. (D).

Cosa si può fare in 3 o 4 giorni?

Se siete abbastanza fortunati da avere più di un weekend, c’è ancora molto da visitare:

  • Giorno 3: trascorri una giornata a El Cabanal, l’antico quartiere dei pescatori, poi ozia sulla spiaggia o sul lungomare e infine prendi un catamarano per esplorare la costa.
  • Giorno 4: Trascorri una giornata esplorando i vari musei della Città delle Arti, visitando il Museo delle Scienze Prince Philipe e guardando un film all’Hemisfèric.

Come si arriva a Valencia?

A ovest di Valencia c’è un solo aeroporto. I biglietti sono più convenienti rispetto a Barcellona, in quanto la destinazione è meno popolare ma la città è altrettanto attraente.

Per darvi un’idea, abbiamo pagato 35 euro andata e ritorno (in ottobre) da Bordeaux con Ryanair.

Come si raggiunge il centro città dall’aeroporto?

L’aeroporto di Valencia si trova a 8 km dal centro della città, per cui sono disponibili diverse opzioni

  • Taxi: 20 minuti, circa 20 euro. Se siete in tanti, questa è un’opzione conveniente. Ho addirittura pagato solo 16 euro alle 4.30 del mattino, perché non c’era nessuno sulla strada, dato che il mio volo Ryanair partiva da Valencia alle 6.45 (e questo brucia), quindi ho preferito prendere un taxi dato che la metropolitana funziona solo dalle 5 del mattino. 
  • Metro: L3 o L5, 20 minuti € 5,80 per corsa
  • Autobus: 45 minuti, 1,45 euro a corsa

Come muoversi a Valencia

  • Metro: con 8 linee della metropolitana puoi andare ovunque a Valencia (prezzo del biglietto 1,50 euro per una zona, 2,80 euro per due zone, 4,80 euro per tre zone).

  • Autobus: è possibile visitare la città con l’autobus hop-on, hop-off. Il sistema è semplice: si può scendere per visitare un monumento di interesse e poi salire sull’autobus successivo per continuare la visita.

    L’autobus vi condurrà nei 17 siti principali da visitare a Valencia. Ti consigliamo di prenotare i biglietti in anticipo. Per prenotare i biglietti, cliccare qui.

  • Ciclismo: è una città ideale da visitare in bicicletta, per collegare facilmente i vari punti di interesse. Sia in totale autonomia Lowcostbikerental (€8/giorno) o con un’attività ciclistica organizzata di 3 ore (classica o elettrica), ricordatevi di prenotare i vostri biglietti

Dove dormire a Valencia

Per quanto riguarda l’alloggio a Valencia, non esitate a scegliere una sistemazione nel centro storico, vicino alla Piazza della Cattedrale di Santa Maria e al mercato centrale, una zona vivace di giorno e tranquilla di notte!

Questo vi permetterà di visitare a piedi le piazze principali, i monumenti, il centro storico e il quartiere El Carmen

Se volete concentrarvi sulla città delle arti e delle scienze e sulle spiagge, vi consigliamo di soggiornare fuori dal centro di Valencia, dove i prezzi saranno più interessanti.

I nostri migliori indirizzi

Preferito ♥♥♥♥: Mon Suites San Nicolas, quartiere del centro storico : La posizione dell’appartamento è perfetta per visitare il centro storico di Valencia a piedi. In un bellissimo edificio che è stato completamente rinnovato, il nostro alloggio era spazioso con aria condizionata, cucina e arredato con cura, ottimo rapporto qualità-prezzo e ti fa sentire come a casa. Ci torneremo sicuramente.

Con piscina: Il Valentia Cabillers, nel centro storico, dove le temperature possono superare i 40°C in estate. Abbiamo individuato questo hotel, nel cuore del centro storico, che offre ottimi servizi e una piscina sul tetto, quindi non esitate a fare il salto!

Con la famiglia : Macflats Ayuntamiento, Se venite gruppo o individuo famiglia, abbiamo prenotato questo enorme alloggio per 6 persone con 3 camere da letto (c’è anche una sistemazione per 4 persone), in una posizione ideale, vicino alla stazione centrale e al quartiere storico, con un team cordiale (abbiamo potuto entrare nell’alloggio in anticipo) e soprattutto un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Economico : Home Youth Hostel by Feetup Hostels è un ostello della gioventù splendidamente decorato che offre sicuramente il miglior rapporto qualità-prezzo a Valencia, proprio nel centro storico.

Dove mangiare e bere a Valencia?

La città è piena di ristoranti e bar, quindi troverete sicuramente qualcosa che fa per voi! Ci piace andare in Spagna perché i caffè e i ristoranti sono sempre pieni, a tutte le ore del giorno.

  • El Trompo: il posto perfetto per mangiare un’eccellente paella, proprio sul lungomare– ma assicuratevi di prenotare in anticipo!
  • Rincon 33: un ristorante spagnolo che serve un’eccellente paella, questa volta nel centro storico– assicuratevi di prenotare in anticipo!
  • Jijonenca (vicino alla spiaggia): provate la famosa horchata con le ciambelle come gli abitanti del posto (diteci nei commenti cosa ne pensate di questa bevanda!).
  • Burritos: un ristorante messicano (o che si sentiva di cambiare rispetto alla cucina spagnola) con prodotti di buona qualità, situato proprio accanto alla Cité des Arts et des Sciences.
  • Malila Coffee & Restaurant: brunch vegano in un ambiente piacevole nel centro storico.
  • Jockey València: ballate la musica spagnola!

La nostra mappa di Valencia

Abbiamo raccolto tutti i nostri migliori indirizzi su una mappa per rendere la vostra visita a Valencia il più semplice possibile:

Cosa fare a Valencia

➡️Per visitare i dintorni di Valencia, puoi noleggiare un’auto. Per confrontare i prezzi di noleggio, ti consigliamo il sito web RentalCars .

  • Chulilla e il percorso dei ponti sospesi, situati nella parque naturale di Chera-Sot de Chera. Una passeggiata di 5 km lungo e attraverso 2 ponti sospesi sulle gole del fiume Turia.
    La prima parte della discesa nel cayon è molto ripida e complicata. Una volta arrivati al cayon, il percorso è quasi pianeggiante (attenzione alle zanzare)! (circa 40 minuti a ovest di Valence)
  • Chelva, il percorso dell’acqua, il grazioso villaggio di Chelva è il punto di partenza di una bellissima passeggiata, un anello di circa 11 km che passa attraverso il villaggio e le sue numerose fontane e poi segue il fiume. (circa 50 minuti a ovest)
  • Castello di Xàtiva, uno dei più imponenti, situato in cima a una collina, culla della famiglia Borgia, una delle famiglie più importanti della Spagna (1 ora in auto verso sud)
  • Il Détroit de l’Ebre è la Camargue spagnola, con una superficie pianeggiante di 320 km2, luogo ideale per osservare risaie, saline e numerosi uccelli. (circa 2 ore di auto a nord, è un po’ remota ma davvero bella)

Come potete vedere, ci piace molto questa città elegante e alberata, ancora incontaminata dal turismo di massa, e non vediamo l’ora di tornarci.

Non esitate a scriverci qui sotto per farci sapere se state programmando questo viaggio, per farci domande o per condividere i vostri pensieri sui social network(il nostro Instagram): saremo lieti di rispondervi!

Donnez une note à cet article :
0 avis (0/5)
Partagez notre article
Facebook
Twitter
Pinterest
WhatsApp
Picture of Floriane
Floriane
Mi chiamo Floriane e sono un'avventuriera e un'appassionata di viaggi fin da quando ero molto giovane. Più di ogni altra cosa, mi piace condividere con voi le nostre storie di viaggio e i nostri consigli. Amiamo le brevi fughe così come i lunghi viaggi. Questo blog è nato dopo il nostro viaggio intorno al mondo con lo zaino in spalla. Abbiamo anche fatto un tour di famiglia in Europa.
Nos articles complémentaires

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.